“L’ ALTRA FERRARA” – Progetto fotografico Giordano Tunioli

“L’altra Ferrara” è il terzo progetto fotografico che vi presento frutto del corso Fotografia e Creatività, l’autore  Giordano Tunioli.

 

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Jessica: Colori forti, geometrie ed una Ferrara sicuramente non convenzionale fotograficamente parlando. Qual’è la Ferrara che ci mostri? Parlaci del tuo progetto.

Giordano: L’intenzione che mi ero proposto è quella di indagare nella periferia della città gli edifici di un mondo in contrasto con i fasti rinascimentali che si trovano nel centro storico. Le immagini, interpretazione volutamente innaturale ed espressionistica di un degrado nascente, diventano riproduzioni pittoriche, quasi surreali della realtà.

PROGETTO “L’ALTRA FERRARA” – Gli spazi abbandonati e mai vissuti nelle vibrazioni di saturi colori espressionistici

Spazi della città proposti non come testimonianza o documentazione, ma reinventati, in un contesto scenografico in cui regna il silenzio e la presenza-assenza dell’uomo.
Le fotografie sono state realizzate con una Nikon D610 e varie focali (20mm, 24-85). L’elaborazione è avvenuta con una post-produzione necessariamente eccessiva, ai fini di rendere le fotografie quasi irreali.

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Jessica: Mi piacerebbe raccontare chi sei ma non voglio farlo con una vera “biografia”, ho letto la “Lettera al lettore” che hai scritto come prefazione al tuo libro “Riflessi Estensi” e mi pare un ottimo modo di presentarti.

Giordano: L’editore mi ha cortesemente invitato a presentare due note sul mio progetto fotografico e sulla mia persona. Cosa fare in questi casi? Se parlassi male di me sarebbe stupido, falsamente modesto e assolutamente non credibile; se parlassi bene sarebbe un atto di vanità. Presentare un curriculim vitae? Dovrei citare i miei lunghi anni di carriera come compositore, direttore d’orchestra e di coro.  Una carriera, insomma, di musicista che ha svolto quest’ attività ad ogni livello e settore musicale, ma soprattutto in quello della didattica. Tutto ciò non ha nulla a che fare con la fotografia, ambito per il quale non possiedo un reale curriculum, se non l’aver preso in mano la mia prima fotocamera (una Comet Bencini degli anni ’50) quando avevo sette anni. Da allora mi sono sempre maggiormente appassionato tanto alla fotografia quanto al cinema (ora video). Sono quindi un fotoamatore “esordiente” alla giovane età di settant’ anni, senza per questo aver avuto mai la pretesa di sentirmi un fotografo o avere la presunzione di voler esprimere con la macchina fotografica “chissà cosa”. La ricerca può esserci, ma è soprattutto la conseguenza di un momento ludico. Forse è proprio questo ambito mentale che oggi mi consente di assaporare maggiormente la soddisfazione nel veder pubblicato -non so quanto meritatamente- un mio lavoro. In questa dimensione  vanno interpretati il tentativo e la speranza di far rivivere l’emozioni da me vissute di fronte al nostro Castello Estense. Un progetto visionario alla riscoperta di un monumento che per noi ferraresi non è soltanto tale, ma una specie di fratello maggiore, un’entità che ci appartiene e la testimonianza dei fasti di cui un tempo Ferrara godette. Mentre scattavo queste fotografie pensavo ad un lavoro che avrei mostrato  solo a qualche amico. Ora, grazie ad un altro amico, posso condividerlo con molte persone, ed è come se di amici ne avessi trovati tantissimi. Scusate se è poco.

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

 

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

 

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

 

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Fotografia di Giordano Tunioli © Diritti Riservati

Jessica: Grazie Giordano per la passione che hai messo in questo percorso spero davvero tu ti sia divertito.

Giordano: Il corso si è rilevato interessante, vivace e stimolante grazie anche alla professionalità tua e di Laura, avete promosso curiosità nei corsisti dandoci fiducia e conducendoci per mano in un percorso formativo condotto in modo innovativo. Ho apprezzato anche la mostra dei lavori fotografici di ogni corsista: un mini-portfolio che ha testimoniato la felice riuscita del corso stesso. Ogni corsista ha esposto lavori di notevole interesse creativo e personale, frutto della fantasia di ognuno guidata e sorretta dal vostro prezioso intervento e sostegno didattico-pedagogico. Un particolare e personale  ringraziamento va a te, Jessica Morelli, che mi hai incoraggiato accompagnandomi nel progetto fino alla sua completa realizzazione.

Jessica: Grazie Giordano! Nel salutarti e ringraziare te e il FotoClubFerrara ricordo ancora che le tue foto come quelle degli altri corsisti saranno di nuovo in mostra in un allestimento creativo a Ferrara presso il Chiostro di S. Paolo dal 12 al 16 ottobre 2016.