“Ferrara e lo sport” – Progetto fotografico di Barbara Lanza

Proseguiamo il nostro percorso alla scoperta dei progetti realizzati  per la mostra conclusiva del corso  “Fotografia e Creatività”. svolto a Ferrara in collaborazione con il FotoClubFerrara. Autrice che vi presento oggi si chiama Barbara Lanza ed ha realizzato un progetto su “Ferrara e lo Sport”.

 

Fotografia di Barbara Lanza - ©Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

Jessica: Ciao Barbara, quando abbiamo assegnato i temi durante il nostro percorso, hai subito scelto di rappresentare Ferrara tramite lo sport, puoi dirci perché? Sei forse un’appassionata?

Barbara: Faccio spesso fotografia sportiva e quando durante l’interessantissimo corso sulla “Creatività” che abbiamo fatto con te e Laura, ci avete chiesto di scegliere come rappresentare in maniera Creativa Ferrara non ho avuto dubbi: lo sport era il mio modo per raccontare la mia città. L’obiettivo che mi sono posta è stato quello di fotografare lo sport come un tutt’uno con la città: non all’interno di un campo sportivo che potrebbe essere ovunque, ma nelle piazze e nei luoghi che ogni Ferrarese conosce e vive. Desideravo raccontare le squadre di diverse discipline, far sapere che a Ferrara non c’e’ solo il calcio.

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

Jessica: La prima cosa che mi ha colpito di questo lavoro stato l’enorme sforzo organizzativo che hai messo in campo. Portare intere squadre in giro per la città non deve essere stato banale?

Barbara: Ho chiesto ad alcune società sportive se disponibili a prestare il loro contributo al mio progetto finalizzato alla mostra fotografica successiva al corso di “Creatività”: l’invito è stato accolto da tutti con entusiasmo e soddisfazione e mi ha permesso di realizzare gli scatti.

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

Jessica: Le tue fotografie sono caratterizzate dall’uso del mosso, perché lo hai utilizzato? E’ stato difficile tecnicamente?

Barbara: non amo gli scatti in posa e l’argomento che ho si prestava, ho fin da subito pensato come rendere il movimento in una immagine statica: questa è’ stata la parte per me più creativa del progetto e anche un po più difficile da realizzare perché sono stati utilizzati per lo più tempi lunghi e tante prove. La massima soddisfazione di aver raggiunto l’obiettivo cercato me l’ha data un visitatore della mostra di giugno che mi ha chiesto se avevo lavorato con Photoshop su alcune immagini per creare l’illusione del movimento.

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

Jessica: Complimenti! Capisco che organizzare delle riprese con tante persone e inserire una tecnica fotografica come quella del mosso non sia stato facile. Credo anche che la dinamicità che il mosso o certe inquadrature, penso ad esempio al grandangolo nella foto con i giocatori di football americano ,  abbiano dato forza al tuo progetto.

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

Jessica: Raccontaci di te, com’è nata la tua passione per la fotografia? Che genere di fotografia ami fare?

Barbara: La passione per la fotografia nasce quasi per dna, mio padre era un ottimo fotografo non professionista e mi ha trasmesso i primi rudimenti e regalata la prima macchina fotografica analogica. Ho una forte preferenza per la fotografia non in posa, le persone e quindi i ritratti: ciò che cerco sempre di fare è “tirare fuori” da ogni persona ciò che c’e’ di piu’ intimo, la spontaneità a volte un po timida e nascosta. Questo anche prima di cercare di fare “una bella foto”.  Tra i miei mini progetti c’è “Modelli per un giorno”: quando trovo persone che hanno piacere di farsi fotografare, cerco di fare in modo che il tempo reciprocamente dedicato sia anche divertente, ma soprattutto creativo.
Immagino prima come voglio fotografare le persone e cerco di condividere con loro come si svilupperà il progetto fotografico: chiedo sempre di portare vestiti e accessori che a loro fanno piacere, che vorrebbero fossero  inclusi nella foto, li lascio liberi di scegliere e insieme, come dico sempre, “giochiamo davanti all’obiettivo”. Vorrei che i miei modelli si sentissero sempre liberi di esprimersi e io di solito scatto senza aspettare che si mettano in posa, sperando di cogliere l’attimo di quel sorriso, quello sguardo o quella posa che fa la differenza tra una foto per la carta di identità e una foto che davvero rappresenta chi ho davanti. Quello che cerco è un approccio empatico al mio modello: se funziona le foto saranno buone, anche se potrebbero essere  non perfette tecnicamente. Data la ricerca della spontaneità, fotografare eventi sportivi e’ stato per me un passo obbligatorio: fotografare l’azione o, ancora meglio, l’espressione dell’atleta è una ricerca molto interessante che desidero approfondire. Da qui nasce il mio progetto.

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

Jessica: Complimenti Barbara, e mentre continuiamo a guardare le tue foto invito di nuovo a visitare la riedizione della mostra che sarà  a Ferrara presso il Chiostro di S. Paolo dal 12 al 16 ottobre 2016 in cui ci saranno i tuoi lavori e quelli degli altri partecipanti. Grazie ancora!

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati

 

Fotografia di Barbara Lanza - © Diritti Riservati

Fotografia di Barbara Lanza – © Diritti Riservati