"Ferrara – pensieri e voci sospesi nell’aria" di Rossana Pelati

“Ferrara – pensieri e voci sospesi nell’aria” questo è il titolo del progetto fotografico di Rossana Pelati, la sesta autrice del corso di Fotografie & Creatività che vi presento.

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Jessica: Perdonami se anche con te svelo un piccolo dietro le quinte, ma credo che aggiunga valore al tuo progetto ed al percorso che abbiamo fatto, hai affrontato questo corso o meglio la realizzazione del progetto finale per la mostra, con curiosità ma un po di timore.

Rossana: Un po si! Ma alla fine ho deciso di lanciarmi e sono stata contenta di averlo fatto. Tra i tanti meriti del corso, quello che ritengo più significativo è l’avermi spronata a guardare Ferrara (abusata dal punto di vista fotografico) sotto un nuovo punto di vista, offrendomi spunti e riflessioni che potranno sicuramente tornarmi utili per eventuali progetti futuri.

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Jessica: Quando hai trovato la tua strada hai realizzato un lavoro davvero interessante, l’ho molto apprezzato, ci racconti cosa volevi raccontarci, da dove sei partita?

Rossana: Ho voluto raccontare la Ferrara nuova: con le geometrie dei suoi palazzi, le fabbriche e i loro rumori, le strade sulle quali il tempo scorre veloce. Ma anche pensieri e voci sospesi nell’aria, ai quali è difficile dare un volto e una forma. Una Ferrara figlia eterna di un passato sempre presente, dove i turisti, interessati solo alla sua storia e ai suoi splendidi monumenti, sono ombre che passano veloci senza lasciare traccia. Mentre altre ombre, quelle dei suoi antichi abitanti, sono ancora lì, in ogni angolo della città, anche quella più moderna, per ricordarci sempre chi, un tempo,  l’ha resa grande. Dopo varie prove, ho deciso di raccontare tutto questo utilizzando la sovrapposizione di due o più fotografie, con l’aggiunta di graffi e lettere per simulare voci e rumori.

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

 

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Jessica: ci racconti un po chi è Rossana Pelati?

Rossana: Non sono mai stata brava a raccontare me stessa, ma ci provo. Dal 1998 lavoro come impiegata contabile in una cooperativa di frutta nei pressi di Cento, ma, fin da bambina, la mia grande passione sono stati i libri e la scrittura. Riempivo, e continuo a farlo tuttora, pagine e pagine di parole, tutte scritte a penna, ma la mia timidezza non mi ha mai fatto uscire dal guscio e ho sempre tenuto per me, salvo poche eccezioni, tutto quello che ho scritto. Ho frequentato anche diversi corsi di scrittura creativa, dei più svariati generi, ma quella che amo di più si rivolge ai bambini e ai ragazzi. Un altro grande amore è quello per la pittura ad acquerello. Tra febbraio e maggio 2016, ho frequentato un corso tenuto dall’illustratrice e scrittrice Fabrizia Poluzzi, a cui è seguita una mostra organizzata dal Comune di Cento. Anche se il tempo per dipingere è poco, mi rilassa molto prendere colori e pennelli per dare forma ai miei stati d’animo fermandoli su carta.

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Rossana: Dal 2010 pratico danza orientale a livello dilettantesco con l’insegnante Michela Cavicchi, sempre nel Comune di Cento, e, assieme alle mie compagne di viaggio, partecipo anche a qualche esibizione. Sì, perché la danza è un viaggio che mi ha aiutata molto a lavorare sulla mia timidezza. Ultima, ma non ultima, la fotografia. Anche questa è una passione che mi porto dietro fin da bambina, quando, incuriosita da quella piccola scatola dalle strane forme, mi divertivo a fotografare le mie amiche prima, e i paesaggi poi. Ho sempre fotografato per fermare ricordi che altrimenti sarebbero andati perduti.

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Rossana: Ora vorrei, attraverso le immagini, raccontare delle storie: di gente, di città, di luoghi perduti, magari da un nuovo punto di vista, ma senza mai dimenticare il passato, che per me è fondamentale. Essendomi interessata da poco ad un tipo di fotografia che non sia prettamente dilettantesco, non ho ancora un mio sito internet. Ma spero di averne uno, un giorno.

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Fotografia di Rossana Pelati @ Diritti Riservati

Jessica: Grazie Rossana per aver avuto il coraggio di metterti in gioco, invito tutti a vedere le stampe di Rossana dal vivo nella mostra che sarà  a Ferrara presso il Chiostro di S. Paolo dal 12 al 16 ottobre 2016 in cui ci saranno i tuoi lavori e quelli degli altri partecipanti. Grazie ancora!