Letizia Battaglia – Per pura passione

 

IMG_6177

“Per pura passione” è il titolo della bellissima mostra monografica di Letizia Battaglia realizzata dal Maxxi di Roma aperta ancora sino al 17 Aprile. E’ una mostra importante, completa, con un bel allestimento ed un percorso che corre lungo la vita di Letizia Battaglia e della storia del sua Sicilia e dell’Italia che lei ha raccontato. E’ una mostra emotivamente forte, in cui si respirano le atmosfere, si respira la “pura passione” di questa fotografa, di questa donna. C’è passione nelle sue immagini, nelle sue scelte di vita, c’è passione nella sua voce che echeggia per le sale della mostra uscendo dai monitor che proiettano le sue interviste. C’è l’amarezza di una generazione per i sogni e le speranze infrante, per non essere riusciti a dare ai propri nipoti un mondo migliore, come emerge forte da un passaggio che mi ha molto colpito in uno dei video in cui Letizia si racconta dove chiede scusa alla nipote per non essere riuscita a cambiare le cose.

2015-09-17-1442518167-1549635-battHo avuto l’onore di conoscere e parlare con Letizia Battaglia qualche anno fa ad Orvieto Fotografia, mi aveva colpito allora la sua amarezza, la sua difficoltà a ritrovare una dimensione nell’oggi, il suo continuare a combattere. Sono contenta che abbia avuto questa mostra cosi bella ed importante proprio adesso, credo sia un dovuto riconoscimento alla sua arte, alla sua forza, al suo coraggio, al suo essere donna per le donne, alla sua vita ricca e difficile, un riconoscimento  alla “pura passione” che ancora oggi esce dal suo sguardo intenso, dalla sua voce bassa e dalle sue immagini.

Per chi non conoscesse Letizia Battaglia questa una breve nota bibliografica presa dal sito del Maxxi:

Il lavoro di Letizia Battaglia si distingue per l’appassionato impegno sociale e politico. Per trent’anni ha fotografato la sua terra, la Sicilia, con immagini in bianco e nero crude e dolorose, denunciando l’attività mafiosa con reportage coraggiosi e incisivi per il quotidiano «L’Ora» di Palermo.
Convinta della validità dell’impegno civile come fattore di cambiamento, nel corso degli anni ha messo il suo talento e la sua passione al servizio di cause diverse, dalla questione femminile, ai problemi ambientali, ai diritti dei carcerati, in veste di fotografa, regista, editrice, ambientalista (è stata consigliere comunale, assessore e deputato regionale).
Perlustrando la costa est di Palermo, assegnatale nell’ambito del progetto atlante italiano003, ha ripreso luoghi contrassegnati da evidenti segni di degrado, con immagini forti e dirette, di elevata coerenza formale. Ma è un degrado che, come sottolineano le didascalie molto particolareggiate, è solo una delle tante conseguenze di quello morale e civile. Che può trarre riscatto solo da una forte partecipazione. Come quello di Letizia Battaglia che ha saputo conciliare arte, impegno, coscienza e cuore.
Una mostra da non perdere, un modo per rivivere un pezzo della nostra storia vista attraverso occhi disincantati e al tempo stesso forse illusi.