Le atmosfere della musica

Sergio Scaramelli e i suoi Contrabbassi

Ci sono luoghi davvero magici, luoghi in cui ti puoi perdere tra mille dettagli che raccontano storie.
Seguitemi, vi sto per portare in uno di questi luoghi.

Saliamo le scale e già siamo circondati da migliaia di archetti che ti accompagnano sino al piano di sopra dove il colore ed il profumo del legno ti accolgono, nell’aria un concerto per contrabbasso suona come a darti il benvenuto. Ci troviamo nello studio del Maestro Liutaio Sergio Scaramelli che restaura e realizza splendidi e preziosi contrabbassi.

Dalla finestra la campagna ferrarese, dai lucernai entra tanta luce ad illuminare questo incredibile mondo. Non so se è perchè in una bottega di restauro io ci sono cresciuta ma sicuramente fatico a resistere a questi luoghi. Strumenti ed attrezzi, pennelli e vasetti, scalpelli e morsetti sono tutti gli strumenti dell’orchestra che diretti dal loro Maestro danno vita e corpo ad una musica fantastica.

Guardo curiosa i gesti di Sergio, ci sono momenti che mi sembra un dottore, altri un artista scultore, sicuramente qualcuno che a questi strumenti ha dedicato e dedica il suo tempo e la sua passione. Deve essere bello fare un lavoro che come risultato ha la creazione di strumenti musicali a cui qualcun’altro con la propria anima e passione darà vita e personalità. Noi non abbiamo questa fortuna ma possiamo sederci qui, in un angolo ad osservare i suoi gesti, curiosare tra i mille dettagli ed angoli di questa atmosfera, respirare il profumo del legno o di qualche vernice che tanto mi ricorda la bottega di mia mamma.

Le tavole di legno grezzo e stagionato sono li ad aspettare il loro turno. Dicono che il legno sia vivo, chissà se è anche impaziente di prendere nuova forma e nuova vita? Immersa in questo mondo mi piace pensare sia così.

Ripensandoci anche il mio lavoro a volte è magico soprattutto quando ho la fortuna di poter fotografare e raccontare storie come quella di Sergio e del suo mondo.

Non ci crederete ma quando Sergio molla lo scalpello diventa quasi tecnologico, nel suo studio di fronte ad un gigantesco monitor (ma sempre circondato dai suoi contrabbassi e da tanto legno) comincia ad interagire con musicisti ed appassionati in tutte le parti del mondo, se siete curiosi vi consiglio di andare alla scoperta di Sergio Scaramelli e della sua storia visitando il suo sito o la sua pagina di Facebook, scoprirete il suo lavoro e le cose straordinarie che fa.

Grazie Sergio per avermi fato entrare nel tuo magico mondo!